PROGRAMMA RITORNARE A CASA PLUS ANNUALITA’ 2021 (INCLUSE EX DISABILITA’ GRAVISSIME)

È in pubblicazione l’avviso pubblico per la presentazione delle domande relative agli interventi previsti dal programma RITORNARE A CASA PLUS

Data:
31 Marzo 2021

Si informano gli interessati che è in pubblicazione l’avviso pubblico per la presentazione delle domande relative agli interventi previsti dal programma Riornare a casa PLUS di cui alla DGR 63/12 dell’11.12.2020.

La modulistica è reperibile nell’area sottostante.

 


 

Aggiornamento 08.04.2021

Si informano gli interessati che è stato modificato il modulo di domanda per la richiesta degli interventi previsti dal programma Ritornare a casa PLUS di cui alla DGR 63/12 dell'11.12.2020. 
E' necessario allegare alla richiesta, a prescindere dal livello assistenziale per il quale si richiede l'attivazione del progetto, la seguente documentazione integrativa rispetto a quella già prevista nell'avviso e nel precedente modulo di domanda:
- richiesta di valutazione multidimensionale ATS;
- scheda di valutazione multidimensionale e relazione sanitaria da compilarsi a cura medico medicina generale. 
La modulistica è reperibile nell'area sottostante.
Si precisa  inoltre che le certificazioni sanitarie dovranno essere state rilasciate dagli specialisti della struttura pubblica o privata accreditata in data non anteriore ai 6 mesi precedenti la presentazione dell'istanza. 
Per ulteriori informazioni contattare l'Ufficio di Servizio sociale al numero 0709648023 (tasto 9 e tasto 1)

 


 

Aggiornamento 09.04.2021

Si precisa che  se al momento della presentazione della domanda l’interessato, (già sottoposto a visita medica)  non ha ancora ricevuto il verbale che attesti il riconoscimento dell'indennità di accompagnamento, la relativa domanda può essere presentata con riserva di integrazione.

 


 

Aggiornamento 27.04.2021

Stante il perdurare dell’emergenza Covid 19, si ritiene opportuno richiamare la nota della Regione Sardegna  n. 11956 del 08/10/2019.In tale nota si precisa che qualora difficoltà organizzative dei servizi territoriali rendessero impossibile o estremamente gravoso la certificazione della condizione di disabilità gravissima da parte di specialisti struttura pubblica o privata accreditata, la relativa certificazione potrà  essere resa da specialisti nell’esercizio della libera professione. Il tutto al fine di non precludere l’assistenza alle persone con disabilità per cause che esulano dalla loro volontà e condizione.